skip to Main Content

Fondo per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano-Macchinari e beni strumentali

Dal Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste e Invitalia, arriva il bando rivolto alle PMI della ristorazione, pasticceria e gelateria.

La misura, con dotazione finanziaria pari a 56 milioni di euro (25 milioni per l’anno 2022, e 31 milioni per l’anno 2023), vuole promuovere e sostenere le imprese di eccellenza nei settori della ristorazione e della pasticceria e valorizzare il patrimonio agroalimentare ed enogastronomico italiano, prevedendo la concessione di contributi a fronte di investimenti in macchinari professionali e altri beni strumentali durevoli.

I beneficiari

  • imprese operanti nel settore identificato dal codice ATECO 56.10.11 (Ristorazione con somministrazione) regolarmente costituite e iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni, oppure che abbiano acquistato – nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del Decreto Ministeriale 4 luglio 2022 – prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno il 25% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo
  • imprese operanti nel settore identificato dal codice ATECO 56.10.30 (Gelaterie e pasticcerie) e dal codice ATECO 10.71.20 (Produzione di pasticceria fresca) regolarmente costituite e iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni o, alternativamente, che abbiano acquistato – nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del Decreto Ministeriale 4 luglio 2022 – prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI e prodotti biologici per almeno il 5% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo

I codici ATECO sono ammissibili anche se corrispondenti ad attività secondarie esercitate dall’impresa.

Spese ammissibili

I beni strumentali devono essere:

  • nuovi di fabbrica, organici e funzionali
  • acquistati alle normali condizioni di mercato da terzi che non hanno relazioni con l’impresa beneficiaria
  • mantenuti nello stato patrimoniale dell’impresa per almeno tre anni dalla data di concessione del contributo

Non sono ammissibili:

  • l’acquisto di componenti, pezzi di ricambio o parti di macchinari, impianti e attrezzature che non soddisfano il requisito dell’autonomia funzionale;
  • terreni e fabbricati, incluse le opere murarie di qualsiasi genere, ivi compresi gli impianti idrici, elettrici, di allarme, di riscaldamento e raffreddamento;
  • mezzi targati;
  • beni usati o rigenerati;
  • utenze di qualsiasi genere, ivi compresa la fornitura di energia elettrica, gas, etc.;
  • imposte e tasse;
  • contributi e oneri sociali di qualsiasi genere;
  •  buoni pasto;
  • costi legali e notarili;
  • consulenze di qualsiasi genere;
  • spese non direttamente finalizzate all’attività dell’impresa
  • pese sostenute prima della presentazione della domanda.

Le spese devono essere interamente sostenute e pagate dall’impresa entro 8 mesi dalla data di concessione delle agevolazioni e i beni strumentali acquistati devono essere mantenuti nello stato patrimoniale dell’impresa per almeno 3 anni dalla data di concessione del contributo.

Contributo

Ciascuna impresa può ottenere un contributo a fondo perduto non superiore a 30.000 euro fino a coprire massimo il 70% delle spese totali ammissibili riferite all’acquisto di macchinari professionali e di beni strumentali all’attività dell’impresa.

I contributi sono concessi nell’ambito del regolamento de minimis.

Erogazione dei contributi

Ai fini dell’erogazione, l’impresa dovrà presentare, entro i 30 giorni successivi alla data di ultimazione delle spese e comunque non oltre il 30/06/2025, apposita richiesta, utilizzando la piattaforma informatica messa a disposizione sul sito internet del Soggetto gestore

Presentazione delle domande

La domanda può essere presentata dalle 10.00 del 1 marzo alle 10.00 del 30 aprile 2024.

Le domande sono esaminate in ordine cronologico di presentazione.

 

Se hai dubbi, contattaci via mail a segreteria@capitaladvisory.net oppure chiamaci al numero +39 06 8088554.

Non accontentarti: rimani aggiornato e seguito come una grande impresa con il supporto professionale di Capital Advisory.

 

Back To Top