skip to Main Content

Bando Scoperta Imprenditoriale: agevolazioni per progetti di ricerca e sviluppo nel Mezzogiorno

SCOPERTA IMPRENDITORIALE: STANZIATI 300 MILIONI DI EURO PER PROGETTI DI R&S NEL MEZZOGIORNO

Pubblicato il decreto 7 dicembre 2023 con cui il Ministero delle Imprese e del Made in Italy definisce i termini di apertura e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazioni a valere sulle risorse del Programma Nazionale Ricerca, Innovazione e Competitività per la transizione verde e digitale 2021/2027 destinate all’intervento del FCS “Scoperta imprenditoriale” Azione 1.1.4 “Ricerca collaborativa”, nonché gli eventuali ulteriori elementi utili a definire la corretta attuazione dell’agevolazione.

Obiettivo

Obiettivo dell’intervento è sostenere la valorizzazione economica dell’innovazione attraverso la sperimentazione e l’adozione di soluzioni innovative e tecnologicamente avanzate e di accelerare, la ricerca collaborativa e il processo di scoperta dinamica e imprenditoriale di nuovi domini di specializzazione coerenti con le aree tematiche della Strategia nazionale di specializzazione intelligente ovvero finalizzati a individuare traiettorie tecnologiche e applicative evolutive della stessa.

I progetti devono essere realizzati nei territori delle regioni meno sviluppate.

Beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni i seguenti soggetti:

a) Imprese che esercitano le attività industriale diretta alla produzione di beni e servizi, ivi comprese le imprese artigiane;

b) Imprese agro-industriali che svolgono prevalentemente attività industriale;

c) Imprese che esercitano le attività ausiliarie in favore delle imprese di cui alle lettere a) e b);

d) Centri di ricerca;

e) Imprese agricole, che operino come soggetti co-proponenti di un progetto congiunto;

f) Organismi di ricerca, che operino come soggetti co-proponenti di un progetto congiunto.

Ai fini dell’ammissibilità alle agevolazioni, i soggetti proponenti devono realizzare i progetti di ricerca e sviluppo in forma collaborativa e ciascun soggetto deve sostenere almeno il 10% dei costi ammissibili.

Interventi e spese ammissibili

Progetti riguardanti attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali (KETs).

I progetti devono avere una durata non inferiore a 18 mesi e non superiore a 36 mesi.

Sono ammissibili i seguenti costi:

a) personale dipendente o in rapporto di collaborazione o titolare di specifico assegno di ricerca, limitatamente a tecnici, ricercatori ed altro personale ausiliario, impiegato nelle attività di ricerca e di         sviluppo oggetto del progetto, ad esclusione del personale con mansioni amministrative, contabili e commerciali;

b) strumenti e attrezzature di nuova fabbricazione, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto di ricerca e sviluppo;

c) servizi di consulenza e servizi utilizzati per l’attività del progetto di ricerca e sviluppo, inclusa l’acquisizione o l’ottenimento in licenza dei risultati di ricerca, dei brevetti e del know-how;

d) spese generali calcolate su base forfettaria nella misura del 25% dei costi diretti ammissibili del progetto di cui alle lettere a), b), c).

e) materiali utilizzati per lo svolgimento del progetto, calcolate su base forfettaria nella misura del 25% dei costi diretti ammissibili del progetto di cui alle lettere a), b), c).

I progetti devono prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a 1 milione di euro e non superiore a 5 milioni di euro e, comunque, per le imprese, non superiori al 60% della media del fatturato relativo agli ultimi due esercizi contabili del singolo soggetto proponente.

Agevolazioni

Le agevolazioni prevedono una quota di contributo di retto alla spesa ed un finanziamento agevolato:

Contributo diretto alla spesa variabile a seconda della dimensione aziendale

  • 35 % per le piccole imprese;
  • 30 % per le medie imprese;
  • 25 % per le grandi imprese.

Finanziamento agevolato, pari al 50 % dei costi e delle spese ammissibili;

Per quanto riguarda gli Organismi di ricerca, le agevolazioni sono concesse esclusivamente nella forma di contributo diretto alla spesa, per una percentuale nominale pari al 60 % dei costi e delle spese ammissibili per attività di ricerca industriale e pari al 40 % dei costi e delle spese ammissibili di sviluppo sperimentale.

Presentazione delle domande

• Compilazione guidata delle domande a partire dal 24 Gennaio 2024;

• Presentazione delle domande dalle ore 10 alle ore 18 di tutti i giorni lavorativi a partire dal 7 Febbraio 2024.

 

Se hai dubbi sul bando, contattaci via mail a segreteria@capitaladvisory.net oppure chiamaci al numero +39 06 8088554.

Non accontentarti: rimani aggiornato e seguito come una grande impresa con il supporto professionale di Capital Advisory.

Back To Top