skip to Main Content

Nuove aliquote IRPEF 2024

Il 30 dicembre è stato pubblicato in Gazzetta il Decreto Legislativo n. 216/2023, che da attuazione alla prima parte di riforme delle imposte sul reddito delle persone fisiche e altre misure relative alle imposte sui redditi. Questa riforma, prevista dalla Legge Delega per la riforma fiscale (Legge n. 111/2023), è stata avviata con l’approvazione del suddetto decreto, entrato in vigore il 31 dicembre 2023.
Tale riforma fiscale (la 111/2023) delinea una vasta revisione dell’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche (Irpef), con l’obiettivo a lungo termine di una transizione verso un sistema a aliquota unica (flat tax). Il Decreto Legislativo n. 216/2023, quindi, introduce importanti novità per i contribuenti Irpef nel periodo d’imposta 2024.

Le principali modifiche includono l’unificazione del primo e del secondo scaglione dell’imposta con un’aliquota del 23%, l’equiparazione della no tax area per redditi da lavoro dipendente con quella dei redditi di pensione e l’introduzione di una franchigia di 260 euro per detrazioni per coloro che guadagnano oltre 50mila euro. Non vi sono cambiamenti per il regime forfettario, confermato anche per il 2024.

1) LE NUOVE REGOLE

Per il 2024, l’imposta sul reddito delle persone fisiche è calcolata secondo le seguenti aliquote:

a) 23% per redditi fino a 28.000 euro,
b) 35% per redditi da 28.001 a 50.000 euro,
c) 43% per redditi superiori a 50.000 euro.

L’intervento più significativo risulta essere il taglio di due punti percentuali dell’aliquota del secondo scaglione Irpef, che passa dal 25% del 2023 al 23% del 2024, comportando l’accorpamento dei primi due scaglioni dell’imposta. Ciò si traduce in un risparmio d’imposta, fino a un massimo di 260 euro, per i lavoratori dipendenti con redditi fino a 15mila euro e per tutti i contribuenti con redditi compresi tra 15.001 e 50mila euro.

2) ALIQUOTE A CONFRONTO

Si riporta di seguito un confronto tra le aliquote e gli scaglioni dell’IRPEF 2024 con quelli del 2023.

IRPEF 2023 scaglioni Aliquote IRPEF 2024 scaglioni da Dlgs 216/2023 Aliquote 
fino a 15.000 euro 23% da 0 a 28.000 euro 23%
da 15.001 a 28.000 25%
da 28.001 a 50.000 euro 35% da 28.001 a 50.000 35%
oltre 50.000 euro 43% oltre 50.0000 43%

3) NOVITÀ RELATIVE ALLE DETRAZIONI IRPEF 2024

Per i contribuenti titolari di un reddito complessivo superiore a euro 50.000 l’ammontare della detrazione dall’imposta lorda, spettante per l’anno 2024 è diminuito di un importo pari a euro 260 in relazione ai seguenti oneri:
a) gli oneri la cui detraibilità è fissata nella misura del 19 per cento dal citato testo unico delle imposte sui redditi;
b) le erogazioni liberali in favore dei partiti politici di cui all’articolo 11 del decreto-legge 28 dicembre 2013, n. 149, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 febbraio 2014, n. 13;
c) i premi di assicurazione per rischio eventi calamitosi di cui all’articolo 119, comma 4, quinto periodo, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77.

4) NOVITÀ RELATIVE ALLE ADDIZIONALI IRPEF 2024

È previsto il differimento al 15 aprile 2024 di alcuni termini:
• il termine di cui all’art. 50 comma 3 del DLgs. 446/97, per modificare gli scaglioni e le aliquote delle addizionali regionali IRPEF applicabili per il periodo d’imposta 2024;
• il termine per approvare le delibere comunali per modificare gli scaglioni e le aliquote delle addizionali comunali IRPEF per il periodo d’imposta 2024, in deroga all’art. 1 comma 169 della L. 296/2006 e all’art. 172 comma 1 lett. c) del DLgs. 267/2000.

Si precisa che, nelle more del riordino della fiscalità degli enti territoriali, entro lo stesso termine le regioni e le province autonome possono determinare, per il solo anno 2024, aliquote differenziate dell’addizionale regionale all’imposta sul reddito delle persone fisiche vigenti per l’anno 2023.
Nell’ipotesi in cui le regioni e le province autonome non approvano entro il suddetto termine la legge modificativa degli scaglioni e delle aliquote, per il solo anno 2024 l’addizionale regionale all’imposta sul reddito delle persone fisiche si applica sulla base degli scaglioni e delle aliquote vigenti per l’anno 2023.

Contattaci via mail a segreteria@capitaladvisory.net oppure chiamaci al numero +39 06 8088554.
Non accontentarti: rimani aggiornato e seguito con il supporto professionale di Capital Advisory.

Back To Top