skip to Main Content

Dal SOCIAL HOUSING ai CO-HOUSING

il D.L. 112 del 25 giugno 2008, art. 11, legge più noto come Piano Casa è la normativa di riferimento per l’Housing Sociale ed è in continua evoluzione. Poi sta ai diversi territori disporre le linee guida come, per esempio:  

  • il Comune di Roma con la delibera 76 del 2019 in cui ha fissato le linee di indirizzo per le attività di gestione e controllo in materia di housing sociale.  
  • L’attivazione dell’Agenzia Sociale per la Casa di Napoli. 
  • Più articolato il Piano Casa approvato a Milano per il triennio 2023-2025 insieme al documento programmatico che prevede diversi livelli di intervento coinvolgendo anche il Terzo Settore:  
  • Casa ai lavoratori, 
  • Canone concordato  
  • Reinventing home alla sua terza edizione sul tema dell’abitare accessibile a tutti con la realizzazione di nuovi appartamenti ERS (Edilizia Residenziale Sociale).  
  • Studentato diffuso  
  • Sostegno affitti  
  • Progetto arredi (elettrodomestici datati ed energivori)  
  • Contrasto all’abusivismo  
  • Altre città e Regioni che affrontano il tema anche per rispondere anche ai requisiti Europei per l’accesso ai fondi a disposizione comprese le azioni riguardanti adeguamenti sismici e soluzioni tecniche Ambient Assisted Living (AAL). 

In pratica l’Italia è indietro e non sembra ci sia un miglioramento se non nelle pochissime realtà dove già ci si è mossi in maniera corretta con uno sguardo strategico di medio-lungo periodo avendo nel cuore il benessere dei cittadini soprattutto più fragili, nonostante i tanti fondi messi a disposizione. 

Pertanto, siamo a ribadire un concetto oramai consolidato che i nostri lettori ben conoscono: la chiamata del Terzo Settore ad essere protagonista del cambiamento. Cosa che già ha iniziato a fare ma serve accelerare soprattutto nelle aree dive c’è più bisogno e dove anche il Terzo Settore è meno presente rispetto ad altre aree del paese. 

Per accelerare servono al Terzo Settore investimenti generativi su alcune aree che sono: 

  • Management,  
  • Organizzazione 
  • Rete 
  • Sostenibilità, 

Per ogni territorio, organizzazione e storia, serve cucire un abito diverso e serve pensare fuori dagli schemi per soluzioni In-novative, cioè non necessariamente nuove ma anche rinnovate. 

Fractional o Temporary management, accordi di rete, comunicazione e marketing, digital e smart working, investire sui giovani e tanto altro ancora sena timore. Solo sbagliando si impara basta avere accanto le persone giuste e si troverà la strada giusta. 

 

💼 Non accontentarti: rimani aggiornato e seguito come una grande impresa con il supporto professionale di #CapitalAdvisory 

Scopri tutti i nostri servizi su www.capitaladvisory.net  

✉️ Scrivi via mail a segreteria@capitaladvisory.net oppure chiamaci al numero +39 06 8088554.  

Back To Top