skip to Main Content

Crisi d’impresa: evoluzione e corretta gestione dei rischi in azienda

 

La tematica del c.d. risk management è ormai fondamentale per qualsiasi tipo e dimensione di impresa.

La disciplina del risk management viene definita come la serie di azioni e processi aziendali intrapresi dalle imprese con l’obiettivo di modificare e controllare (ove possibile) il livello di rischio associato al business dell’azienda.

Occorre quindi gestire, valutare ed identificare i rischi associati a determinate scelte strategiche e operative dell’impresa e di assumere le giuste decisioni per affrontare tali rischi.

La governance è chiamata quindi in modo sempre più responsabile a prevedere, modificare e saper controllare i rischi operativi (esterni e interni) che possano compromettere il proprio business e la continuità aziendale, con la conseguenza di trovarsi in una situazione di crisi aziendale.

La gestione dei rischi appare ancora più importante nell’affrontare anche i nuovi temi legati all’ESG e alla Cybersecurity, e in un mondo in continua evoluzione il risk management richiederà sempre maggiori competenze tecniche e manageriali da parte di chi governa le imprese.

Andranno quindi implementati processi aziendali che inquadrino un perimetro di massima per effettuare una serie di assesment per la mappatura dei rischi.

Con l’introduzione del Codice della Crisi di Impresa viene data maggiore enfasi agli adeguati assetti organizzativi dell’azienda, tra cui rientra la corretta gestione del rischio che deve rappresentare un’opportunità per l’azienda nel saper individuare in maniera pro attiva i vantaggi di certe scelte rispetto ad altre per massimizzare il proprio profitto, mitigare i rischi e assicurare la continuità aziendale.

Un approccio corretto di risk management passa necessariamente attraverso le varie funzioni volte alla creazione di valore dell’impresa ed in particolare:

  • equilibrio tra rendimento e rischio;
  • risk assesment;
  • misurazione della performance aziendale;
  • pianificazione strategica da parte del top management;
  • integrazione tra il sistema di governance e il sistema organizzativo;
  • risk reduction e risk retention.

La corretta gestione del rischio avviene pertanto attraverso un’analisi dei processi aziendali le cui funzioni devono essere parte integrante dell’impresa, tenuto conto del modello di business e alla sua evoluzione in grado di andare di pari passo ai cambiamenti che si manifestano continuamente nei mercati finanziari e nei sistemi economici e geopolitici.

 

Back To Top