Skip to content

Contributi Enasarco: scadenza 20 maggio per la I^ rata 2024.

Contabilità
1. Acconto IVA 2023
2. Legge di Bilancio 2024
3. Legge di Bilancio 2024: aumento aliquote IVIE e IVAFE.
4. Certificazione unica 2024: invio entro il 18 marzo.
5. Dichiarazione dei redditi 2023: presentazione tardiva entro il 28.02.2024.
6. Conguaglio dell’Imu 2023, versamenti entro il 29 febbraio.
7. Le principali misure del Decreto Milleproroghe.
8. Riforma dello sport in ambito fiscale/contributivo.
9. Dichiarazione IVA 2024: invio entro il 30 aprile.
10. Le cause di esclusione modelli ISA 2024 per l’anno d’imposta 2023.
11. Decreto “Adempimenti”.
12. Le nuove sanzioni per le dichiarazioni iva.
13. Contributi Enasarco: scadenza 20 maggio per la I^ rata 2024.
14. Escluse dalla tassazione le quote per tesseramento e attività per le APS.
15. Ferie non godute in scadenza il 30 giugno, diritti e tempi di fruizione.

Si avvicina la scadenza , per i datori di lavoro preponenti nel rapporto di agenzia, del versamento dei contributi ENASARCO relativi alle provvigioni liquidate agli agenti e rappresentanti nel trimestre di riferimento, ovvero il 1 trimestre 2024. La scadenza è fissata infatti al 20 maggio prossimo.

COME VERSARE?

Nella propria area riservata  del portale “inEnasarco”, la ditta mandante  può compilare la distinta online, inserendo le provvigioni dei propri agenti: in automatico, verrà calcolato il contributo dovuto.  Si ricorda che per utilizzare il servizio le aziende  devono disporre dell’identificativo Enasarco (numero di posizione aziendale), rilasciato al momento della prima iscrizione alla Fondazione.

Le mandanti di nuova costituzione possono ottenerlo in tempo reale collegandosi al sito inEnasarco, cliccando sulla voce Registrati adesso. Con il numero di posizione aziendale, si può chiedere l’abilitazione ai servizi online. Bisogna collegarsi a inEnasarco, cercare la voce “Aziende” e seguire il link “Registrazione ai servizi online”.

Per il versamento, la ditta mandante potrà scegliere tra:

  1. PagoPA: pagamento standard e automatico proposto dal sistema;
  2. Addebito su c/c bancario della ditta mandante (Mandato Sepa).

ATTENZIONE  Si ricorda alle imprese preponenti che utilizzano l’addebito automatico bancario di confermare la distinta 5 giorni lavorativi prima della scadenza. Tale precauzione dipende dai tempi stabiliti dal circuito interbancario. Eventuali ritardi nell’accredito automatico comportano l’addebito di sanzioni. Tutte le indicazioni sono presenti nell’area riservata all’interno del box “Cose da fare”.

 Si ricorda, inoltre, che le ditte devono indicare le provvigioni maturate dall’agente per tutto l’anno solare e che saranno quindi tenute a compilare le distinte anche dopo il raggiungimento del massimale contributivo senza che ciò determini ulteriori pagamenti.

Si ricorda che dal 1 gennaio 2020 sono in vigore le aliquote per persone fisiche e società di persone pari al 17,00% complessivo (metà a carico della ditta e metà a carico dell’agente).

 

Se hai dubbi, contattaci via mail a segreteria@capitaladvisory.net oppure chiamaci al numero +39 06 8088554.

Non accontentarti: rimani aggiornato e seguito come una grande impresa con il supporto professionale di Capital Advisory.

Torna su